Finanziamenti imprenditoria femminile


Finanziamenti imprese femminili

Finanziamenti imprenditoria femminile

Fra le varie forme di finanziamento a disposizione delle aziende per sostenere le spese relative agli investimenti rivestono notevole importanza i finanziamenti agevolati intesi come l’insieme di agevolazioni finanziarie a disposizione delle imprese. Fra gli strumenti più richiesti della finanza agevolata ci sono i finanziamenti per l’imprenditoria femminile il cui scopo è quello di sostenere le imprese a prevalente partecipazione femminile che sorgono anche come risposta alla necessità di coniugare la vita familiare alla vita lavorativa.


Le leggi agevolative per le imprese femminili

Il principale strumento che concede finanziamenti imprenditoria femminile è la Legge 215/92 “Azioni positive per l’imprenditoria femminile” anche se parzialmente abrogata dal Codice delle Pari Opportunità (D.Lgs 198/2006) che ne ha assorbito alcune parti.
In particolare la Legge 215/92 nasce con l’obbiettivo di promuovere l’uguaglianza sostanziale e le pari opportunità per uomini e donne nell’attività economica e imprenditoriale favorendo la creazione e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile anche in forma cooperativa; promuovendo la formazione imprenditoriale e qualificando la professionalità delle donne imprenditrici, agevolando l’accesso al credito per le imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile; favorendo la qualificazione imprenditoriale e la gestione delle imprese familiari da parte delle donne e promuovendo la presenza delle imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile.

Il Codice delle Pari Opportunità (Decreto Legislativo 11 aprile 2006, n. 198) ha riorganizzato le disposizioni in materia di pari opportunità tra uomo e donna riunendo e coordinando tra loro le disposizioni in vigore per la prevenzione e rimozione di ogni forma di discriminazione fondata sul sesso e a tal fine ha assorbito gli articoli della Legge 215/92 che si occupavano delle agevolazioni per la creazione e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile.

Oltre alla legge nazionale sono a disposizione finanziamenti per le imprese femminili concessi tramite programmi regionali e locali attraverso i Fondi Strutturali e alla loro programmazione per perseguirne gli obbiettivi (POR Piani Operativi Regionali), attraverso gli Strumenti di Garanzia Regionale per facilitare l’ottenimento di finanziamenti bancari.


Finanziamenti imprenditoria femminile: chi può ottenere i finanziamenti

Sono defiinite dalla Legge 215/92 le caratteristiche delle imprese che possono usufruire dei finanziamenti per le imprese a prevalente partecipazione femminile:
  • le società di persone e cooperative costituite per almeno il 60% da donne;
  • le società di capitali, le cui quote di partecipazione spettino per almeno i due terzi a donne e la cui amministrazione sia affidata a queste per almeno i due terzi,
  • le imprese individuali gestite da donne
  • le imprese che promuovono corsi di formazione riservati per almeno il 70% alle donne.

Quali sono le agevolazioni per l’imprenditoria femminile

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale, a fondo perduto e che pertanto non prevede alcuna restituzione di capitale o pagamento di interessi. Inoltre, grazie alle Leggi regionali e a specifici accordi fra enti locali, associazioni di categoria, istituti finanziari e cofidi sono messi a disposizione altre forme di agevolazioni finanziarie quali finanziamenti agevolati, locazioni finanziarie agevolate e garanzie per favorire l’accesso al credito per le imprese a prevalente partecipazione femminile.


Iniziative ammissibili

Le agevolazioni sono concesse per avvio di nuove attività, acquisizione di attività preesistenti, progetti aziendali innovativi e acquisizione di servizi per le aziende che operano nei settori del commercio, del turismo, della produzione di beni in agricoltura, artigianato e industria, della fornitura di servizi.


A chi rivolgersi per ottenere i finanziamenti

E’ possibile ottenere informazioni sui finanziamenti per l’imprenditoria femminile tramitele preoste strutture statali (Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, Ministero dello Sviluppo Economico, Consigliera nazionale di parità) i Comitati per l’imprenditoria femminile costituiti presso le Camere di Commercio, tramite associazioni di categoria (artigiani, commercianti, ecc..), informagiovani, centri per l’impiego , sportelli provinciali e regionali, banche e istituti finanziari o apposite società che si occupano di servizi di consulenza sui finanziamenti agevolati.

  • Strutture dello Stato
    • Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità www.pariopportunita.gov.it
    • Ministero dello Sviluppo Economico www.sviluppoeconomico.gov.it
    • Consigliera nazionale di parità www.lavoro.gov.it/consiglieranazionale
  • Associazioni e Fondazioni
    • AIDDA Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d‘Azienda - via degli Scialoja, 18 – 00196 ROMA www.aidda.org
    • L’associazione AIDDA, punto di riferimento per tutte le donne che rivestono ruoli di responsabilità nelle imprese italiane, si propone di valorizzare, in modo apartitico e senza fini di lucro, la realtà dell’imprenditoria al femminile.
    • Fondazione Bellisario - Piazza Verdi 8 – 00198 Roma www.fondazionebellisario.org/
    • La Fondazione è un luogo in cui si desidera valorizzare le professionalità femminili che operano nel pubblico e nel privato. La Fondazione Marisa Bellisario promuove una cultura di genere attenta alla parità attraverso un dialogo aperto alle diverse istanze della nostra società.
  • Sportelli informativi e di orientamento
    • Sportello Donna onlus - via Mentana, 51 – 27100 PaviaLo “Sportello Donna” è un’associazione senza fini di lucro che si pone come scopo primario lo studio del lavoro femminile nelle sue molteplici sfumature, si occupa delle donne e dei problemi inerenti al mondo del lavoro e delle pari opportunità.
    • Vivaio di Imprese - via della Sala n.141, presso Incubatore Firenze Il vivaio di imprese si rivolge sia a tutti coloro interessati all’avvio di attività d’ impresa o di lavoro autonomo e che necessitano di azioni di informazione, orientamento, consulenza, formazione ed accompagnamento, sia a neoimprenditori e neoimprenditrici, lavoratori e lavoratrici autonome che necessitano di azioni di consulenza o accompagnamento per il consolidamento delle proprie attività.

Finanziamenti imprenditoria femminile: Leggi regionali e indirizzi ai quali rivolgersi

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Emilia-Romagna
  • Friuli-Venezia Giulia
  • Lazio
  • Liguria
  • Lombardia
  • Marche
  • Molise
  • Piemonte
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Toscana
  • Trentino-Alto Adige
  • Umbria
  • Valle d’Aosta
  • Veneto

Finanziamenti imprenditoria femminile Lombardia

La Regione Lombardia ha predisposto una serie di servizi aggiuntivi per aiutare ad ottenere informazioni relativamente ai finanziamentiimprenditorialità femminile. Ricordiamo che il principale strumento agevolativo per le imprese a prevalente partecipazione femminile è la Legge 215/92 “Azioni Positive per l’imprenditoria Femminile” che concede finanziamenti alle donne che intendono avviare un’attività imprenditoriale o acquistare attività preesistenti.

E’ possibile ottenere informazioni tramite gli uffici della Regione Lombardia, rivolgendosi ai Comuni e alle Province che predispongono appositi sportelli informativi o rivolgendosi ad associazioni di categoria e associazioni femminili.

E’ inoltre possibile ottenere servizi di orientamento e assistenza personalizzata (consulenza specialistica e affiancamento) alle imprese femminili e alle lavoratrici autonome lombarde e servizi di assistenza e consulenza per l’accesso ai finanziamenti per l’imprenditoria femminile tramite le Camere di Commercio, in particolare è possibile ottenere informazioni rivolgendosi agli Sportelli Punto Nuova Impresa istituiti presso le Camere di Commercio.

  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camere di Commercio di Bergamo Via Zilioli, 2 Tel. 035/3888014 – Fax 035/247169 http://www.bg.camcom.gov.it/
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camera di Commercio di Brescia Via Orzinuovi, 3 Tel. 030/3514319 – Fax 030/3514364 http://www.bs.camcom.it/index.phtml?Id_VMenu=321
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camera di Commercio di Como Via Parini, 16  Tel. 031/256379 – Fax 031/256517 http://www.co.camcom.gov.it/Page/t04/view_html?idp=10146
  • Sportello Punto Nuova Impresa di Cremona P.zza Stradivari, 5 Tel. 0372/490278 – Fax 0372/21396 http://www.servimpresa.cremona.it/
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camera di Commercio di Lecco C.so Martiri, 73 – Tel. 0341/292217 – Fax 0341/292255 http://www.lc.camcom.gov.it/
  • Sportello Punto Nuova Impresa di Legnano Via Podgora, 2 – Tel. 0331/428945 – Fax 0331/428946 http://www.promoimpresaonline.it/show.jsp?page=40914
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camera di Commercio di Lodi Via Haussmann, 15 – Tel. 0371/4505234 – Fax 0371/431604 http://www.lo.camcom.gov.it/index.phtml?Id_VMenu=224
  • Sportello Punto Nuova Impresa di Magenta Via Pusterla, 3 – Tel. 02/9722336 – Fax 02/97291143
  • Sportello Punto Nuova Impresa di Mantova L.go Pradella, 1 – Tel. 0376/356043 – Fax 0376/224430 http://sintesi.provincia.mantova.it/Portale/Portals/0/NL6_10_AL_PROMO.pdf
  • Sportello Punto Nuova Impresa di Rho Galleria Gandhi, 19 Mazzo di Rho – Tel. 02/9346339 – Fax 02/9346338
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camera di Commercio di Milano Via Mercanti, 8 – Tel. 02/8515.5342 – Fax 02/8515.5335 http://temi.provincia.milano.it/donne/osservatorio_imprenditoria/focus/avviare_impresa.php
  • Sportello Punto Nuova Impresa di Milano Regione Lombardia – Direzione Generale Formazione e Lavoro – Servizio Politiche per l’Occupazione – Via Cardano, 10 – Tel. 02/6765.2299 – Fax 02/6765.2088 http://www.mi.camcom.it/
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camere di Commercio di Monza P.zza Cambiaghi, 9 – Tel. 039/2807445-6 – Fax 039/2807449 http://www.lavoro.regione.lombardia.it
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camere di Commercio di Pavia C.so Strada Nuova, 47/d – Tel. 0382/393235 – Fax 0382/304559 http://www.pv.camcom.gov.it/
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camere di Commercio di Sondrio Via Piazzi, 23 – Tel. 0342/527203 – Fax 0342/512866 http://www.so.camcom.gov.it/
  • Sportello Punto Nuova Impresa presso la Camere di Commercio di Varese P.zza Monte Grappa, 5 – Tel. 0332/295361 – Fax 0332/286038 http://www.va.camcom.it/index.phtml?Id_VMenu=1
  • E presso Formaper: Tel 02/8515.4486 – 4337 – 5392 http://www.formaper.it/index.phtml?Id_VMenu=364&daabstract=917

Finanziamenti imprenditoria femminile toscana

L’imprenditoria femminile toscana ha a disposizione specifiche leggi regionali per sostenere la creazione di nuove imprese, l’acquisizione di attività già esistenti, il sostegno di progetti aziendali innovativi da parte di imprese femminili attraverso agevolazioni quali contributi, garanzie e finanziamenti agevolati.

Si chiama ‘Fare Impresa‘ la misura a sostegno dell’imprenditoria giovanile, imprenditoria femminile e dei destinatari di ammortizzatori sociali.
Le agevolazioni sono quelle previste dalla legge regionale n° 28 del 11/07/2011 che ha modificato la legge regionale 29 aprile 2008, n. 21 ampliando la platea dei beneficiari includendo, fra l’altro, le imprese composte da donne e aprendo le opportunità di finanziamento sostanzialmente a quasi tutti i settori di attività e non solo alle imprese ad alto contenuto tecnologico così come era previsto dalla precedente legge.

Le piccole e medie imprese (incluse le cooperative) toscane composte da donne, senza alcun limite di età, possono richiedere le agevolazioni previste dalla legge ovvero la prestazione di garanzia su finanziamenti e operazioni di leasing e contributi in conto interessi.

A partire dal 7 marzo la misura ha avuto un momentaneo stop dovuto all’esaurimento dei fondi, sia per il fondo di garanzia che per il contributo in conto interessi ma la regione toscana conta di far ripartire subito il fondo di garanzia con le risorse già disponibili nel bilancio regionale, mentre sarà necessario un nuovo finanziamento per il contributo in conto interessi. Le agevolazioni previste dalla legge regionale danno un’opportunità in più di finanziamento per l’imprenditoria femminile toscana, che si va ad aggiungere alle leggi nazionali, alle leggi a sostegno dell’autoimpiego e della creazione di impresa da parte di imprese composte da donne.

A chi rivolgersi per ottenere informazioni sui finanziamenti della Regione Toscana

Si possono ottenere informazioni dettagliate sui finanziamenti imprenditoria femminile toscana tramite le preposte strutture regionali e locali.

Strutture regionali

Gli uffici di riferimento della Regione Toscana per la promozione dell’imprenditoria femminile e l’attivazione di iniziative previste dal Programma regionale per lo sviluppo dell’imprenditoria femminile operano all’interno del settore “Tutela dei consumatori e degli utenti – Politiche di genere e di promozione delle Pari opportunità – Imprenditoria femminile” della Direzione Generale Presidenza della Giunta Regionale.

  • Regione Toscana Palazzo Cerretani – Piazza dell’Unità d’Italia n. 1, 50123 Firenze
  • Regione Toscana, assessorato alle Attività produttive, Lavoro e Formazione Via Pico della Mirandola, 24 – 50132 FirenzeVia di Novoli, 26 – 50127 Firenze
  • Regione Toscana, settore ” Tutela dei consumatori e degli utenti. Politiche di genere, politiche regionali sull’omofobia, imprenditoria femminile Piazza dell’Unità d’Italia n. 1, 50123 FirenzeTel. 055 438 4994/5137/4718
  • Consiglio Regionale della Toscana – Commissione Regionale per le Pari Opportunità Donna-Uomo Via de’ Pucci, 4 – 50122 FI

Strutture provinciali

E’ possibile ottenere informazioni sui finanziamenti e le agevolazioni presso i centri per l’impiego e presso centri specializzati che si occupano di sostenere la creazione di impresa

  • Arezzo – Centro creazione d’impresa – Valdarno Sviluppo S.p.A. - Piazza XX Settembre, 17 – 52025 Montevarchi (AR)
  • Firenze – Centro creazione d’impresa – BIC Promofirenze - Via Por Santa Maria – 50122 Firenze
  • Firenze – Centro creazione d’impresa – Incubatore Firenze - Via della Sala, 141 – 50145 Firenze
  • Firenze – Centro creazione d’impresa – Vivaio di Imprese – Incubatore Firenze - Via della Sala, 141 – 50145 Firenze
  • Grosseto – Centro creazione d’impresa – Grosseto Sviluppo - Via Giordania, 225/227/229 – 58100 Grosseto
  • Livorno – Centro creazione d’impresa – PstBic Livorno srl – Via Dell’Artigianato, 53/55 – 57121 Livorno
  • Lucca – Centro creazione d’impresa – Lucense SCpA – Via del Marginone, 159 – 55100 Lucca
  • Massa – Centro creazione d’impresa – Sviluppo Italia Toscana SCpA – Via Dorsale, 13 – 54100 Massa
  • Pisa – Centro creazione d’impresa – A.S.SE.FI. Azienda speciale della CCIAA di Pisa per i servizi finanziari alle imprese - Via B. Croce 62 – 56125 Pisa
  • Pisa - Centro creazione d’impresa – Polo Sant’Anna Valdera - Viale Rinaldo Piaggio, 56125 Pontedera
  • Pisa – Centro creazione d’impresa – Polo Tecnologico Navacchio s.p.a. - Via Giuntini 13 – 56023 Navacchio (PI)
  • Pisa – Centro creazione d’impresa – Pont-Tech s.c.r.l. - Viale Rinaldo Piaggio 32 – 56025 Pontedera
  • Pisa – Centro creazione d’impresa – Po.Te.Co.  Polo Tecnologico Conciario - Via W. Tobagi, 30 – 56022 Castelfranco di Sotto (PI)
  • Pistoia – Centro creazione d’impresa – CII Pistoia Scrl – Centro di Impresa e Innovazione – Via Tripoli, 19 – 51100 Pistoia
  • Siena – Centro creazione d’impresa – Eurobic Toscana Sud S.p.a – Località Salceto, 121 – 53036 Poggibonsi (SI)

Articoli correlati:


Se vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento inserisci il tuo indirizzo email:


Posted in Finanziamenti Agevolati
7 Comments » for Finanziamenti imprenditoria femminile
  1. giulia scrive:

    salve sono la sig,esposito giulia
    possiedo una vendita online, da qualche giorno ho pensato di aprire un negozio nella mia zona di napoli
    il negozio lo trovato, ma bisognerebbe arredare il tutto e fare alcune modifiche della struttura, altro neo e l’affitto abbastanza oneroso circa 1200 euro di affitto, volevo sapere se esiste una agevolazione per chi come me donna vuole aprire una attività commerciale

    aspetto una vostra risposta urgente al riguardo

    al momento le porgo i miei saluti

  2. cristina scrive:

    salve vorrei ingrandire la mia attività vorrei sapere come e dove ottenere i fondi europeo a fondo perduto o simili grazie

    • Finanziamenti Imprese scrive:

      Salve,
      può consultare la sezione riguardante i finanziamenti agevolati dove vengono pubblicate guide e notizie su finanziamenti, contributi e agevolazioni per le imprese.
      Le agevolazioni a disposizioni sono molte e diversificate in base al tipo di settore dell’impresa (commercio, industria, artigianato), dalla zona (ad. esempio esistono agevolazioni per investimenti in zone “depresse”) o in base al tipo di azienda (piccole e medie imprese, impresa femminile, impresa giovanile ecc..).
      Per ulteriori informazioni può rivolgersi alle associazioni di categoria di zona, alla camera di commercio, al centro per l’impiego che spesso ha un ufficio predisposto ad aiutare le persone che vogliono iniziare una nuova attività, ai confidi o direttamente presso le banche.
      Saluti.

  3. Monica scrive:

    Buongiorno, mi chiamo Monica, sono in cerca di lavoro da oltre due anni e purtroppo inizio a pensare che sia impossibile trovare un impiego di questi tempi…. Vorrei provare a crearmi un lavoro da sola facendo della mia passione, creare borse con stoffe e materiali riciclati, una piccola azienda.
    Naturalmente oltre all’entusiasmo servono i finanziamenti e mi domandavo se questa attività può rientrare fra i finanziamenti all’imprenditoria femminile ed eventualmente a chi rivolgermi per ottenerli (vivo in Toscana in provincia di Arezzo).
    Grazie
    Monica

  4. lurella scrive:

    salve a tutti. sono una donna di 39 anni che ha deciso di cambiare
    vita . voglio aprire una fattoria per fare PET THERAPY .. dedicarmi agli animali e alla terra. io vorrei creare un centro dove i bambini , gli anziani, le meravigliose mamme che lottano per la felicita’ dei loro figli ,i ragazzi che che hanno avuto l’esperienza del carcere, possano entrare nel mio centro e sentirsi accolti da me, dai miei animali e dalle persone che vorranno intraprendere questa avventura . vorrei usufruire delle sovvenzioni per l’imprenditoria femminile e so che sono diverse da regione a regione (a me piacerebbe dall’umbria in su).. mi piacerebbe conoscere qualcuno che mi affidi il suo terreno ed una cascina da ristrutturare e mettersi in societa’ con me per creare un centro di questa “valenza”.. se hai un loco di buone dimensioni e non sai che farne contattami.. parliamone.. sono una persona onesta .grazie

  5. Laura scrive:

    Mi chiamo Laura e con un’amica ci piacerebbe aprire un’attività commerciale fra Roma e Latina ma come per molti abbiamo un capitale limitato e vorrei chiedervi dove posso trovare un elenco completo di finanziamenti con le relative procedure. Grazie

2 Pings/Trackbacks for "Finanziamenti imprenditoria femminile"
  1. […] cciaa di Monza Brianza organizza un corso gratuito per imprese femminili per aiutare a comprendere e gestire meglio le componenti del bilancio ed in particolare le voci […]

  2. […] chiama Innovazione Sostantivo Femminile il bando con il quale la Regione Lazio concede finanziamenti imprese femminili del Lazio: un milione di euro per imprese e associazioni femminili al fine di promuovere l’imprenditoria […]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli recenti
Articoli in evidenza